Guadagnare Salute
Home » Promozione della salute » progetto PinC

Comunicare per Guadagnare Salute: il progetto PinC

Promuovere iniziative di comunicazione e di formazione di tipo partecipativo, rivolte sia alla popolazione generale sia a figure chiave nel rapporto con i cittadini, secondo un’idea della salute che vede i cittadini informati, consapevoli e quindi protagonisti delle scelte sulla propria salute.

 

È  questo l’obiettivo principale del progetto PinC (Programma nazionale di informazione e comunicazione a sostegno degli obiettivi di Guadagnare Salute) avviato, nell’ambito del programma nazionale Guadagnare Salute, il 4 agosto 2008. Scarica il testo della convenzione ministero della Salute – Istituto superiore di sanità (pdf 68 kb).

 

Coordinato scientificamente dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità (Iss), PinC intende attivare processi di consapevolezza e di empowerment per scelte di vita salutari a livello individuale e collettivo, attraverso strategie comunicative volte a raggiungere una molteplicità di soggetti.

 

Tre gli obiettivi specifici del progetto:

  1. identificare le attività e gli accordi intersettoriali esistenti a sostegno del programma Guadagnare Salute e del Piano nazionale di prevenzione nelle aree comuni, con particolare attenzione alle iniziative di sorveglianza e di comunicazione nonché ai prodotti già realizzati, per creare una rete funzionale alla valorizzazione e all’integrazione delle diverse attività e alla condivisione degli obiettivi tra attori coinvolti
  2. progettare una strategia che, attraverso l’attivazione di partnership intersettoriali, supporti la diffusione di messaggi basati su un’evidence consolidata e preveda l’identificazione di target, obiettivi comunicativi, modalità di comunicazione adeguate agli interlocutori, mezzi di comunicazione, contesti nei quali veicolare i messaggi, tempi, criteri di monitoraggio e valutazione
  3. elaborare una serie di prodotti editoriali e iniziative di confronto e di formazione rivolti a specifici target secondari (come medici di medicina generale, pediatri, operatori dei Servizi igiene e alimenti Sian, operatori dei consultori, farmacisti, insegnanti, associazioni dei cittadini, personale delle amministrazioni comunali),  valorizzandone il ruolo di figure chiave per raggiungere in situazioni particolari i target primari come adulti, adolescenti, bambini, donne, anziani e famiglie.

In linea con l’ottica intersettoriale di Guadagnare Salute il progetto si sviluppa anche attraverso il coinvolgimento di istituzioni sanitarie e non, nonché di partner presenti nella società civile  come associazioni, volontariato, sindacati, produttori e distributori. Questo si rende necessario per sviluppare una comunicazione che raggiunga i destinatari a livello territoriale con iniziative e mezzi di comunicazione differenziati, tutti comunque mirati a fornire informazioni sui fattori di rischio oltre che indicazioni, strumenti e supporto per facilitare l’adozione di comportamenti salutari.

 

Coerentemente con l’approccio partecipativo, PinC promuove un tipo di comunicazione che supera l’idea unidirezionale di divulgazione di messaggi attraverso campagne mediatiche. Al contrario, il piano di comunicazione si propone di raggiungere in modo capillare ogni soggetto coinvolto (sociale e istituzionale), cosicché esso possa contribuire in modo attivo alla ridefinizione continua dei contenuti e degli obiettivi comunicativi.

 

Il progetto, inoltre, valorizza le informazioni provenienti dai sistemi di sorveglianza di popolazione per l’elaborazione di messaggi efficaci finalizzati alla promozione di stili di vita salutari, sempre nella linea di potenziare le competenze, sia dei cittadini che degli operatori, funzionali alla promozione della salute.

 

La formazione

Il piano di comunicazione è integrato da un piano formativo rivolto a operatori sanitari e non, che prevede percorsi didattici misti: moduli formativi a distanza, finalizzati all’apprendimento o perfezionamento delle conoscenze sulle aree tematiche di Guadagnare Salute e moduli formativi in presenza residenziali, pensati per migliorare le competenze di progettazione delle attività di comunicazione e di counselling per la promozione di stili di vita salutari e rivolti a referenti regionali in grado di poter riproporre il corso nel proprio contesto, locale o regionale. Visita la pagine dedicate alla formazione.

 

PinC collabora anche con i sistemi di sorveglianza di popolazione: in particolare, insieme PassiOKkio alla Salute, ha attivato relazioni di cooperazione per gli aspetti che riguardano la disseminazione dei dati e la realizzazione di corsi di formazione sulle tematiche riguardanti la comunicazione.

 

Prodotti editoriali

Nell’ambito dei percorsi formativi dedicati al progetto OKkio alla Salute, PinC ha partecipato alla realizzazione di prodotti editoriali rivolti a dirigenti scolastici, insegnanti, alunni, genitori e pediatri che sono stati presentati durante la conferenza stampa svoltasi a Roma il 5 maggio 2010. Questi materiali didattico-informativi (“Forchetta e Scarpetta” e “Canguro SaltalaCorda”) sono stati promossi, per favorire l’adozione e il mantenimento di uno stile di vira sano nei bambini in età scolare, dal ministero della Salute, in collaborazione con ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), Istituto superiore di sanità (Iss), Regioni e Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran).

 

Le iniziative nazionali promosse da PinC

Tra le attività di PinC, è prevista l’organizzazione di incontri nazionali periodici dedicati ai diversi ambiti della promozione della salute al fine di favorire lo scambio di esperienze tra istituzioni, operatori sanitari ed economici. La manifestazione “Guadagnare Salute: i progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia” (Napoli, 24 e 25 settembre 2009) ha rappresentato il primo di questi appuntamenti dedicati ai sistemi di sorveglianza a supporto delle attività relative al programma nazionale Guadagnare Salute. La seconda manifestazione nazionale prevista per il 21 e 22 giugno 2012 a Venezia. L’evento, dal titolo “Le sfide della promozione della salute: dalla sorveglianza agli interventi sul territorio”, rappresenta un momento di incontro per confrontarsi, a distanza di quasi tre anni dal primo convegno nazionale, sui risultati conseguiti, sugli impegni da assumere, sulle nuove sinergie da sviluppare nell’ambito dell’ambizioso percorso intersettoriale avviato da Guadagnare Salute con l’obiettivo di modificare la frequenza e l’esito delle maggiori malattie cronico-degenerative. La manifestazione è promossa dal ministero della Salute, dalla Regione Veneto, dall’Università Ca’ Foscari Venezia e dall’Istituto superiore di sanità, coordinatore del progetto Ccm “Programma d’informazione e comunicazione a sostegno di Guadagnare salute (PinC)”. L’evento prevede, oltre al convegno scientifico, una mostra espositiva sulle esperienze di promozione della salute realizzate da soggetti pubblici e privati, eventi sociali, momenti di incontro e dibattiti. Per maggiori informazioni visita le pagine dedicate al convegno.

 

Inoltre, il 6 maggio 2010 è stato organizzato dal Centro nazionale di epidemiologia sorveglianza e promozione della salute (Cnesps-Iss) il convegno nazionale “Informati e competenti: percorsi per la promozione della salute“. L’incontro è stato un’occasione di confronto sulle iniziative di formazione funzionali al miglioramento delle competenze degli operatori che si occupano di promuovere la salute dei cittadini e per evidenziare le abilità (life skills) fondamentali per mantenere e accrescere il ben-essere personale e collettivo.

 

Referenti e contatti

Barbara De Mei

barbara.demei@iss.it

Chiara Cattaneo

chiara.cattaneo@iss.it

Susanna Lana

susanna.lana@iss.it

 

Centro nazionale di epidemiologia sorveglianza e promozione della salute (Cnesps), Istituto superiore di sanità (Iss) Via Giano della Bella 34 00162 Roma

 

              
© - Istituto Superiore di Sanità - Ministero della Salute 2012