Come calcolare il tuo BMI?

Ultima modifica 15 Giugno 2020

Quando si vuole raggiungere un obiettivo di dimagrimento, il calcolo del BMI è importante. Questo Indice di Massa Corporea è un indicatore affidabile che ti permette di valutare la tua taglia corporea. L'IMC tiene conto di due varianti: il peso e l'altezza. Che tu sia un uomo o una donna di età compresa tra i 18 e i 65 anni, e vuoi sapere come calcolare il tuo IMC, ecco il metodo. Potete anche scoprire la sua interpretazione grazie alla classificazione effettuata dall'OMS!

Le origini dell'IMC

L'Indice di Massa Corporea, noto anche come Indice Quetelet, è stato sviluppato da Adolphe Quetelet, uno statistico belga.

L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) utilizza l'IMC dal 1997 ed è riuscita a stabilire una classificazione standard per ogni IMC. Oggi questa interpretazione è diventata il riferimento e può essere utilizzata a livello internazionale.

Come calcolare il tuo BMI?

Se vi state chiedendo come calcolare il vostro BMI, il metodo di calcolo è molto semplice. Dividi semplicemente il tuo peso per la tua altezza al quadrato.

Perché calcolare l'IMC?

Come accennato in precedenza, l'IMC consente di conoscere la propria corporatura, ma non solo. Permette inoltre di valutare i rischi associati alla sottigliezza o al sovrappeso. L'Indice di Massa Corporea è interessante anche per conoscere la sua evoluzione in termini di peso e la sua interpretazione secondo la classificazione fatta dall'OMS.

Qual è l'interpretazione dell'IMC?

Ecco la classificazione dell'OMS:

BMI (kg/m²)                                                  Interpretazione dell'OMS

<16.5                                                                    Smaciato o denutrito
16.5 à 18.5                                                                           L'cachessia
18.5 à 25                                                                                  Normale
25 à 30                                                                                Sovrappeso
30 à 35                                                                      Obesità moderata
35 à 40                                                                               Alta obesità
>40                                                                           Obesità morbosa

BMI basso (<18,5)

Se il tuo IMC è inferiore a 18,5, sei sottopeso. In questo caso, non esitate a prendere un appuntamento con un medico per avere qualche consiglio su come procedere.

IMC normale

Se hai un BMI normale, significa semplicemente che non sei né magro né sovrappeso. Per mantenere questo IMC è importante mantenere uno stile di vita sano, basato su una dieta sana ed equilibrata. Ricordate anche che è importante divertirsi di tanto in tanto.

IMC alto (>25)

Se il tuo IMC ha più di 25 anni, significa che sei in sovrappeso. In questo caso, è consigliabile consultare il proprio medico in modo che possa darvi qualche consiglio su come recuperare un IMC normale.

IMC molto alto (>30)

Se il vostro IMC è superiore a 30, significa che il vostro peso è importante in relazione alla vostra altezza. In questo caso, sei obeso. Ciò corrisponde ad un eccesso di massa grassa che può avere gravi conseguenze per la salute. Possono insorgere malattie cardiache, vascolari, articolari e respiratorie. È quindi importante consultare il proprio medico prima di iniziare un'eventuale dieta dimagrante.

Qualunque sia il tuo IMC, una regolare attività fisica è essenziale per mantenerti in forma.

Indice di massa corporea: un indice interessante

Come accennato in precedenza, un alto indice di massa corporea può avere gravi conseguenze per la salute. Questo aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e polmonari. Possono verificarsi anche problemi alle articolazioni.

Tuttavia, tenete presente che l'IMC è solo un indicatore che vi aiuta a determinare il vostro sovrappeso. A seconda di ciò, è possibile prendere un appuntamento con il proprio medico oppure no.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del BMI?

L'indice di massa corporea è un indicatore che ha sia punti di forza che di debolezza che sono importanti da considerare. Ecco una breve panoramica di questi ultimi.

I suoi vantaggi includono

Ecco i vantaggi del BMI:

  • Il calcolo è molto semplice e richiede solo due elementi: peso e altezza. Grazie a questo indicatore, si può facilmente sapere se si è in sovrappeso, sottile o normale.
  • L'IMC è un metodo affidabile per determinare il sovrappeso.
  • Questo indicatore è riconosciuto a livello internazionale.

I suoi svantaggi

Anche se l'IMC è molto facile da calcolare, presenta comunque alcuni svantaggi che non devono essere trascurati. Eccole qui:

  • L'indice di massa corporea non tiene conto di alcuni elementi come la massa ossea, il grasso e i muscoli. Rappresenta solo un rapporto tra peso e altezza.
  • Uomini e donne non hanno la stessa corporatura. Le donne tendono ad avere più grasso corporeo degli uomini e il BMI non distingue tra i due sessi.
  • Anche gli stili di vita non sono presi in considerazione. Infatti, una persona con un IMC normale, ma un fumatore o con una scarsa igiene alimentare può anche sviluppare malattie come il diabete o il colesterolo.

Limitazioni del calcolo dell'IMC

Dopo aver scoperto come calcolare il vostro BMI, tenete presente che questo indicatore non può essere utilizzato in alcuni casi. Infatti, il calcolo dell'IMC non è appropriato per alcune categorie di persone come:

  • Donne incinte o che allattano.
  • Persone dai 65 anni in su.
  • Gli atleti con elevata massa muscolare possono avere un BMI superiore a 25.

Grazie a questa piccola guida, ora sai come calcolare il tuo BMI, vero? Molto facile da determinare, questo indicatore riconosciuto a livello internazionale vi permetterà di conoscere il vostro sovrappeso e quindi sapere se vi trovate in una situazione di magrezza, normalità, sovrappeso o obesità. In ogni caso, è importante seguire uno stile di vita sano e praticare sport. Tuttavia, nonostante la sua affidabilità, l'IMC non tiene conto di alcuni elementi. Si consiglia pertanto di consultare il proprio medico prima di iniziare una dieta, ad esempio.

Greta Pavarotti

Formazione: Università di Parma. Studi: Medicina Veterinaria

      Guadagnaresalute : come perdere peso e sentirsi bene con se stessi