Quando soppesare se stessi per valutare meglio i propri progressi?

Salire sulla bilancia ogni giorno è un rituale per molte persone. Tuttavia, pesarsi quotidianamente non è una buona idea per raggiungere l'obiettivo finale e rimanere motivati. Inoltre, pesarsi ogni giorno è stressante. Allora, quando pesarsi? A che ora del giorno è il momento migliore per salire sulla tua scala? Ecco alcuni suggerimenti per mantenere un buon rapporto con il proprio equilibrio e vedere risultati positivi.

Pesarsi ogni giorno: non commettere l'errore!

Per molte persone, il primo riflesso della mattina è quello di salire sulla bilancia per controllare il loro peso. Se si rientra in questa categoria, siate consapevoli che questa è una cattiva idea e può frustrarvi per il resto della giornata. Il motivo? Perché la perdita di peso non è lineare. In media, una persona con buone abitudini può perdere fino a un chilo alla settimana. Ma ognuno è diverso: morfologie e metabolismi variano da un individuo all'altro. Secondo questi criteri, alcune persone possono perdere più o meno peso o perdere peso velocemente per una settimana, per poi ristagnare in seguito.

Inoltre, pesarsi ogni giorno sarebbe fonte di stress e ansia per le persone che seguono una dieta dimagrante. Infatti, salendo sulla bilancia ogni giorno, la pesatura può diventare un'ossessione e non più una fonte di motivazione. La pesatura giornaliera deve quindi essere evitata!

Peso diverso da un giorno all'altro: perché?

Come spiegato, la perdita di peso non è lineare, ma varia di giorno in giorno. Tale variazione è dovuta a diversi motivi che sono:

  • Il contenuto di acqua del corpo: il corpo è composto dal 60 al 75% di acqua. Bere, mangiare cibi salati o ridurre il consumo di carboidrati può avere un impatto su questa percentuale e quindi sul corpo idrico. Conseguenza: il risultato visualizzato sulla scala aumenterà o diminuirà senza che la massa grassa si sposti.
  • La pratica di un'attività sportiva: l'intensità e la durata dell'allenamento influenzano i risultati della vostra scala.
  • Dieta: A seconda di ciò che avete mangiato prima di pesarvi, il vostro peso può aumentare o diminuire.
leggi  Esercizi per perdere rapidamente le natiche

Pesarsi ogni giorno non è quindi saggio, poiché il peso visualizzato non sarà rivelatore. Allora, quando pesarsi?

Quando soppesare se stessi: regolarmente per valutare meglio i propri progressi

Se si decide di iniziare un programma di dimagrimento per perdere peso, è consigliabile pesarsi una volta alla settimana per i primi due mesi. Poi, salire sulla bilancia una volta ogni due settimane.

Per quanto riguarda il giorno, questo dipende da te. Ad esempio, se siete abituati a fare piccole deviazioni nei fine settimana, non pesatevi il lunedì. Lo stesso se avete una serata con gli amici il martedì, non calpestare la bilancia il mercoledì. Scegliere un “giorno di pesatura” in base alle proprie abitudini. Perché non scegliere il venerdì mattina prima di colazione? Pesandosi a digiuno in quel giorno, è possibile regolare la dieta del fine settimana in base al proprio peso.

Avvertenza importante: Ogni giorno in cui si sceglie di pesarsi, è indispensabile salire sulla bilancia la mattina a stomaco vuoto, senza vestiti e alla stessa ora ogni settimana.

Per valutare meglio i vostri progressi, non esitate a scrivere il vostro peso su un foglio o un taccuino. Le applicazioni disponibili sugli smartphone sono ideali anche per informare il tuo peso. Notandolo, sarete in grado di misurare meglio i vostri risultati e i vostri progressi.

Un altro trucco per vedere come procedete: scattare una foto di voi stessi.

Errori da non commettere che distorcono i risultati.

  • Sali sulla bilancia dopo il pasto: oltre al peso, la bilancia tiene conto anche di ciò che hai mangiato. È quindi necessario pesarsi a stomaco vuoto per ottenere un risultato affidabile!
  • Pesatevi il pomeriggio o la sera: anche qui il risultato dell'equilibrio terrà conto di ciò che avete mangiato e bevuto durante la giornata.
  • Valutate il vostro peso in momenti diversi: se vi pesate in momenti diversi della giornata, non sarete in grado di confrontare il vostro peso in modo efficace.
  • Montato su più bilance: tra due bilance, possono esserci spazi vuoti, che possono distorcere il peso visualizzato.
  • Pesarsi in diversi momenti della giornata: con il progredire della giornata, il peso varia. Non è quindi consigliabile pesarsi più volte al giorno.
  • Sali sulla bilancia senza togliere le scarpe: aumenteranno di peso, distorcendo il risultato. Quindi pesati a piedi nudi e togliti i vestiti.
leggi  Come calcolare l'IMC di un bambino?

Quale bilancia scegliere per un buon peso?

Per conoscere il vostro peso, avrete la scelta tra una bilancia meccanica ed elettronica. In mezzo, si noti che le bilance elettroniche sono più accurate. E se volete andare oltre e conoscere la vostra massa muscolare e grassa, investite in una scala di misurazione dell'impedenza.

Conclusione

Salire sulla bilancia ogni giorno è quindi una cattiva idea. Questo potrebbe scoraggiarti e minarti per il resto della giornata. Inoltre, il tuo peso varia in base a diversi criteri come: i cibi consumati durante il giorno, il livello di attività fisica, il grado di idratazione….. Pesarci ogni giorno non è quindi necessario!

Il modo migliore per valutare i risultati è quello di pesarsi una volta alla settimana e registrare il proprio peso su un foglio o un'applicazione. Questo vi permetterà di vedere i vostri progressi.

Ma non dimenticate di pesarvi alla stessa ora ogni settimana e a stomaco vuoto la mattina. In caso contrario, i risultati potrebbero essere distorti.

Greta Pavarotti

Formazione: Università di Parma. Studi: Medicina Veterinaria